“Dhanurasana” la posizione dell’arco

untitled-design-4

Dhanurasana è una posizione di piegamento all’ indietro. La parola Dhanurasana è composta da due parole sanscrite  dhanu significa arco e asana significa postura, in breve ‘La posizione dell’arco’. Questa posizione, conosciuta anche  Urddhva Cakrasana,  dato che il praticante è sdraiato sull’ addome, afferra i piedi e solleva le gambe, forma un arco con il corpo.

Benefici in generale:

Benefici fisici

Dà sollievo alla parte bassa della schiena.

Rinforza i muscoli addominali.

Migliora la flessibilità delle spalle.

Benefici mentali

Ottima per chi soffre di asma, diabete, costipazione e problemi mestruali

Benefici spirituali

Rinforza la concentrazione e la determinazione mentale

Sviluppa l’armonia interiore

Benefici in dettaglio:

Incrementa la circolazione del cuore e dei polmoni.

Apre il diaframma ed espande il torace, migliora il sistema respiratorio.

Apre le articolazioni delle spalle e aiuta a sbloccarle.

Incrementa la forza, la flessibilità  e il tono dei muscoli paravertebrali.

Rivitalizza i nervi spinali incrementando la circolazione lungo la colonna vertebrale.

Rinforza, comprime e apre tutta la colonna vertebrale.

Dona energia ed equilibrio , riduce l’adipe addominale e rinforza gli addominali.

Aiuta a regolare la funzionalità delle ovaie  e della ghiandola prostatica.

Aiuta, cura e dona sollievo alla lombalgia, reumatismi, artrite e problemi mestruali.

Migliora la digestione.

Aiuta a correggere la postura da seduti.

Migliora la funzionalità renale, epatica e della milza.

Rinforza  deltoidi, trapezi, romboidi, dorsali e tricipiti.

Dà sollievo alla spondilite cervicale.

Preparazione:

Sdraiatevi sull’addome, su una superficie piana. Rilassate i  muscoli. Poggiate la fronte sul pavimento. Unite le gambe, le braccia lungo i fianchi.

Esecuzione:

Inspirando sollevate il tronco, inclusi il torace e la testa, alla massima estensione possibile. Sollevateli lentamente senza scatti. Fate come il cobra quando alza la testa. Fatelo gradualmente, sentite le vertebre che si inarcano una dopo l’altra e la pressione che si muove dalle cervicali, dorsali, giù fino alle lombari per terminare nella regione sacrale. Mentre lo eseguite, la testa e il torace si posizionano in alto. Mantenete le gambe e il viso rilassato.

Quanto praticarla:

Iniziate con un minuto. Praticatela cinque volte, gradualmente incrementate da cinque a dieci minuti quotidianamente. Per mantenere la postura, continuate a respirare.

Come sciogliere la posizione:

Espirando lentamente portate giù il tronco sul pavimento e rilassatevi.

Non praticatela se:

Siete in gravidanza.

Avete problemi alla schiena, ernie o spondiliti cervicali.