“Lo Yoga della Bhagavad Gita”

Yoga Vidya Italia 22-23 Novembre / 29-30 Novembre 2014

 

Quanto mi sento libero nella mia vita? Quanto i miei vissuti, le emozioni e  le proiezioni influenzano il mio percorso, impedendomi di scegliere liberamente e di vivere pienamente? A questi e ad altri quesiti proveremo a rispondere durante gli incontri  condotti da Swami  Ananda Chaitanya nei due week end a Siracusa, presso il centro “Yoga Vidya Italia”.

“La nostra crescita è legata alla maturità emotiva, tutti noi siamo creati a tale scopo” afferma Swamiji.  Tutti dobbiamo, prima o poi, soddisfare questo progetto. Ogni entità incarnata, vita dopo vita,  segue un processo di maturazione non solo intellettuale ma anche e  soprattutto emotivo, nessuno può sfuggire a questo processo, tale è la vera evoluzione. La maturità non è appannaggio di pochi prescelti illuminati o Avatar, ma  è prerogativa di ogni essere umano,  che è designato a crescere e diventare maturo in ogni aspetto: fisicamente, emotivamente e nella comprensione.  Uno dei concetti che caratterizzano una persona matura è quello di essere un kryatrya ,  cioè a dire , colui che nella sua vita  agisce secondo ciò che va fatto. Una tale persona è una benedizione per sé stesso e per gli altri e può essere assimilato al Signore Krishna che nella Bhagavad Gita ( capitolo III verso 22 ) afferma :

Na me parthasti kartavyam trisu lokesu kincana Nanavaptamavaptavyam varta eva ca karmani”

“In tutti e tre i mondi, oh Partha,  non vi è nulla che io debba compiere, non vi è nulla di incompiuto che io debba agire, tuttavia rimango occupato nell’azione”.

Quindi sono libero, perché conosco me stesso e so di essere completo, non vi è nulla per me che debba  essere compiuto , tuttavia sono impegnato nell’azione, e perseguo ciò che va fatto.  Nel caso del Signore Krishna quello di condurre il cocchio di Arjuna e guidarlo in battaglia.

La vita o samsara ci pone di fronte a numerose sfide, che spesso si traducono in problemi e conflitti che ci impediscono di vivere appieno.  Il nostro  intelletto può produrre discernimento ma non condurci alla verità e alla conoscenza di noi stessi, se questo non si accompagna ad una  maturità emotiva, e sarà solo questa a trarci fuori dai problemi e conflitti che via  via le situazioni ci presentano.

Attraverso lo studio della Bhagavad Gita, in particolare del III e IV capitolo esploreremo il mondo delle nostre risorse interiori,  che ci forniranno gli strumenti per condurre una vita piena, integra e  libera,  in una sola accezione, matura.

Condurrà gli incontri  Swami Ananda Chaitanya, maestro di Yoga e Vedanta, spiritual coach, giornalista ed esperto in comunicazione. Nei seminari  condotti da Swami Ananda,  l’interazione fra i partecipanti e l’insegnamento produce una reale assimilazione delle tematiche proposte e  una tangibile trasformazione nei partecipanti. . L’insegnamento innesca una vera e propria alchimia, grazie alla metodologia applicata da Swami Ananda , appartenente alla tradizione dell’India dell’età  Vedica.  Questi  seminari possono essere un’occasione  di  arricchimento per tutti, anche per chi non pratica Yoga,  ma che con mente aperta e cuore sincero volesse sperimentare un modo nuovo di concepire la vita e se stesso.

Durante gli incontri sono previste delle sessioni pratiche di Yoga e Meditazione, si consiglia pertanto un abbigliamento comodo.

Per informazioni contattare :

Yoga Vidya Italia  www.yogavidyaitalia.it  email info@yogavidyaitalia.it  tel. 0931 1965807/ 3331263621/3492696298