Istruzioni generali per i praticanti di Yoga Vidya

10492454_812639778776667_5115510099291241192_n

  1. Al mattino presto, dopo la pulizia dei denti bevete più acqua possibile. Dopo aver espletato le funzioni intestinali, iniziate la seduta di yoga.
  2. Indossate abiti comodi e di cotone che assorbano il sudore.
  3. Praticate Yoga e Panayama in una stanza ben ventilata. Il Pranayama richiede profonda concentrazione e attenzione. E’ sempre consigliabile praticare in una posizione da seduti, stabili. Evitare di sedere accanto a cose, per non essere distratti dalla mente.
  4. Non indossate oggetti elettronici, quali orologi, cellulari e non stazionate vicino a TV, computer, etc.
  5. Prima di sedersi per praticare Pranayama, liberare le narici. E’ possibile assumere una piccola quantità di succo di frutta o una piccola tazza di latte anche prima della pratica. Quando si finisce di praticare assumete una tazza di latte o fate una colazione leggera dopo almeno 10 minuti.
  6. Durante il periodo estivo praticate solamente al mattino presto. Se si sente caldo alla testa, applicate olio di Amla o burro su tutto il capo prima di fare il bagno. Praticate Sitali Pranayama per raffreddare tutto il corpo.
  7. Evitare rigorosamente di parlare troppo, mangiare troppo, mischiarsi agli amici e sforzarsi troppo.
  8. Assumete un pò di ghee con del riso durante i pasti. Ciò permette la lubrificazione degli intestini, permettendo all’eventuale formazione di gas, di essere spinta verso il basso.
  9. Siate regolari e sistematici nella pratica. La pratica ci rende perfetti. Siate saldi. Non saltate un giorno.
  10. Interrompete la pratica quando si è indisposti. Alcune persone contraggono i muscoli del viso quando praticano Ciò va evitato. Esso è sintomatico del fatto che chi lo sta praticando si è spinto oltre le proprie capacità. Questo va assolutamente evitato. Queste persone non potranno regolare Recaka e Puraka. (inspirazione ed espirazione)
  11. Evitate di dormire durante il giorno e di rimanere vigili fino a tarda notte.
  12. Così come senza gli asana (posizioni) o altro tipo di esercizi o attività fisiche il corpo non si può mantenere efficiente, così  è il Pranayama nei riguardi della mente. Gli asana e il Pranayama alleviano tutti i tipi di malattie, migliorano la salute, danno energia alla digestione, rinvigoriscono il sistema nervoso e rimuovono la pigrizia.
  13. Quando ci si sente a disagio, depressi o demoralizzati, praticate il Pranayama. Vi sentirete subito elevati, rinnovati e pieni di gioia. Prima di iniziare qualsiasi lavoro si pratichi alcuni giri di Pranayama e si mantengano gli occhi chiusi per alcuni minuti.
  14. Non muovete il corpo se non necessario. Muovendo spesso il corpo anche la mente viene disturbata.
  15. Una vita ben disciplinata, Sattvica (armoniosa) e moderata nella dieta, servendo i bisognosi e i meritevoli, Asana, Pranayama, Satsanga, Japa, lo studio delle scritture, e meditazione sono parte integrante della vita dei Sadhaka (ricercatori spirituali).
  16. Non fate il bagno immediatamente dopo che avete finito di praticare il Pranayama. Riposate per un’ora e mezza. Se sudate durante la pratica, non asciugate il sudore con un’asciugamano, ma strofinatevi con le mani. Non esponete il corpo alle correnti d’aria quando sudate.
  17. Inspirate ed espirate sempre molto lentamente. Non fate alcun rumore. Nei Pranayama come Bhastrika, Kapalabhati, Sitali and Sitkari, è possibile che si produca un lieve rumore (suono).
  18. Un neofita dovrebbe praticare l’inspirazione e l’ espirazione senza ritenzione per alcuni giorni. La proporzione dell’inspirazione e l’espirazione è di 1 :2 .
  19. Gradualmente incrementate il periodo della ritenzione. Attenersi per 4 secondi la prima settimana, per 8 secondi nella seconda settimana, per 12 secondi nella terza settimana e così via, finché sarete capaci di ritenere il respiro al massimo delle vostre capacità.
  20. Non dovete, se non necessario, prolungare il periodo dell’espirazione. Se si prolunga il tempo dell’espirazione la seguente inspirazione verrà effettuata in maniera affrettata e il ritmo verrà disturbato. Con attenzione dovete regolare l’inspirazione, la ritenzione e l’espirazione così da essere capaci di eseguire non solo un giro completo di Pranayama ma anche una sessione completa o i giri richiesti.
  21. Il buon senso o Yukti dovrebbe essere usato durante la pratica. Se qualche esercizio non si adatta  al vostro sistema, cambiatelo dopo aver consultato il vostro insegnante. Buona pratica!