Tattva Bodhah , comprendere la mente per iniziare a cambiare…

L’instabilità emotiva ci spinge ad attaccarci al piacere, a voler godere delle cose per placare il nostro vuoto interiore, la nostra fragilità. Per iniziare il lavoro di raffinazione ed elevazione delle emozioni, dobbiamo partire dall’osservazione della nostra mente e da come questa funziona.
Che cos’ è la mente e come funziona? La mente è un  luogo dove avvengono i pensieri, un luogo dove fluiscono e dove vengono trattenuti, se non si conosce la mente e come questa funzioni ,finiamo per identificarci con essa e a causa delle nostre fragilità, della nostra immaturità emotiva , tendiamo a venire trascinati e usati da questa, anzichè usarla e gestirla.
Se si osserva la mente, questa opera seguendo due modalità: accettazione e rifiuto (mi piace, non mi piace).

Se osserviamo ancora meglio, in sintesi,  essa opera solamente nella modalità accettazione, perchè nel rifiuto stesso vi è accettazione, rifiuto perchè ho già fatto mie, quindi ho accettato delle conclusioni e sono chiuso di fronte alle situazioni e agli altri, vivo ed  opero delle scelte  attraverso la memoria, le esperienze passate,  attraverso cio’ che mi piace o non mi piace.
Se permettiamo alla mente di funzionare sempre in questo modo, sorgono i problemi, vi è stagnazione e non crescita. Crediamo di operare delle scelte reagendo alla memoria, cambiamo partner, cambiamo lavoro, ci iscriviamo ad un corso di yoga, ci attacchiamo alla nostra pratica, al nostro istruttore, passiamo da un incontro ad un altro, da un’esperienza ad un’altra, pensiamo di stare meglio, di progredire, passa il tempo, ma poi alla prima sollecitazione o difficoltà ci rendiamo conto che nulla è cambiato, stesse reazioni , stesse riposte alle situazioni, la nostra storia si ripete e ci sembra di essere vittime degli altri, degli eventi.
Voglio cambiare, voglio crecere, voglio creare nuove opportunità, voglio essere libero. Ecco sopraggiungere la comprensione che siamo bloccati e di che cosa vogliamo,   con la giusta attitudine, la resa della mente e l’apertura del cuore, l’insegnamento diviene funzionale alle mie richieste e alla mia crescita.
Nell’apprendimento degli insegnamenti dobbiamo a questo punto imparare a sviluppare la fiducia, la fiducia nell’insegnante, in noi e nell’obiettivo… tratto dagli insegnamenti sul Tattva Bodhah di Swami Ananda Chaitanya …da continuare